Deviazione by Luce d'Eramo

By Luce d'Eramo

“A volte quando si tocca il fondo di uno sviamento, si sbuca infine dall’altra parte” Luce d’Eramo

Lucia è una giovane donna di origini borghesi, figlia di un sottosegretario della Repubblica di Salò, che è vissuta in Francia e ha alimentato, attraverso los angeles lontananza, i miti del fascismo dentro i quali è cresciuta. Non solo, ora è convinta che fra le menzogne sul nazifascismo ci siano anche le crudeltà dei campi di lavoro. come to a decision di verificare in prima character e si reca, come volontaria, nei Lager, sicura di poter smentire quelle che ritiene calunnie sulle modalità di trattamento dei “lavoratori” da parte del grande Reich di Hitler. È allora che comincia una discesa agli inferi, complessa, violenta, che legge l’orrore, lo think in sé e sembra addirittura “scontarlo”. Luce d’Eramo ripercorre con Lucia un tracciato di formazione che è stato il suo, un tracciato che tuttora, soprattutto ora (accecati da ogni sorta di revisionismo), suona come avventura della coscienza, testimonianza e grido di allarme. Deviazione è una storia che ci parla dell’inaudita fatica che costa lo spogliarsi delle menzogne con cui l. a. memoria (individuale e collettiva) si racconta il proprio passato. Un libro che con grande lucidità svela i meccanismi collettivi di rimozione del passato fascista e nazista, il raccontarseli come se non fossero mai avvenuti o come non potessero mai più avvenire. Uscito nel 1979, Deviazione ha conosciuto subito un grandissimo successo ed è stato pubblicato in tutto il mondo. Un capolavoro assoluto.

Show description

Read or Download Deviazione PDF

Similar italian_1 books

La letteratura cinese

Los angeles letteratura cine di Giuliano Bertucciolia cura di Federica CasalinPremessa di Federico MasiniLa letteratura cinese di Giuliano Bertuccioli, uscita nel 1968 in keeping with i tipi di Sansoni, fu accolta come una novità editoriale di pregio assoluto: con l. a. trattazione puntuale e accattivante della materia, l’ampio repertorio di brani antologici in line with los angeles prima volta tradotti in italiano dall’originale e l’accurata bibliografia finale si conquistò il consenso unanime della critica.

Beethoven e le mondine. Ripensare la cultura popolare

Il tema della cultura popolare è stato a lungo l'interesse centrale degli studi antropologici in Italia. Negli ultimi vent'anni, tuttavia, il dibattito in proposito si è progressivamente esaurito e frammentato. Tentare di riprenderlo oggi significa confrontarsi con problemi, sia epistemici che politici, completamente diversi da quelli degli anni Settanta.

Additional info for Deviazione

Sample text

Secondo Nietzsche, siamo affetti da una malattia delle parole e da una malattia dei concetti, espressioni di un’attività che non scaturisce più dall’esperienza vissuta; pertanto, cartesianamente possiamo dire: cogito, ergo sum ma non vivo, ergo cogito. La filosofia della vita nietzschiana conosce dunque due momenti, analiticamente distinti ma complementari: dapprima, contro ogni razionalismo, è necessario ribadire che la vita costituisce la massima potenza e sovrintende ad ogni forma di sapere essendone il presupposto originario; inoltre, contro ogni storicismo, deve essere attivamente riabilitata «la forza plastica della vita», imbrigliata e depauperata dalla malattia storica.

Le linee guida del progetto antimetafisico elaborato da Nietzsche sono esplicitate dall’intento di «rivendicare per l’uomo della conoscenza il diritto alla grande passione, dopo che la spersonalizzazione e il culto dell’oggettivo hanno creato, anche in questa sfera, una falsa gerarchia»5, intento che modifica l’identità stessa della teoria della conoscenza, precisando la svolta post-kantiana attuata dall’autore: «In luogo della gnoseologia una teoria prospettivistica delle passioni». La correlazione qui istituita in chiave programmatica non è casuale o irrilevante, poiché il mutamento paradigmatico è determinato proprio dall’esperienza delle passioni, non da una teoria pura della conoscenza.

La vita stessa – ribadisce più volte Nietzsche – non è altro che un gioco di prospettive, di valutazioni, di assunzioni di rilevanza; pertanto, la conoscenza è un apparato di falsificazione che rende possibile l’esperienza riducendo la complessità della vita stessa. La filosofia nietzschiana culmina dunque nell’equazione per cui la vita è volontà di potenza, cioè una forza che pone prospettive e istituisce affetti. L’esaltazione e il potenziamento della vita come volontà di salute non è dunque semplicemente un anelito vitalista, formulato in ossequio al paradigma biologico-energetico: la vita può generare volontà di potenza solo se viene attivato un determinato contesto d’esperienza, che ridefinisce nella prossimità costitutiva dell’esistenza le nostre caratteristiche antropologiche, le nostre prerogative emotive, le attitudini affettive, i nostri orientamenti pragmatici e le nostre predilezioni estetiche.

Download PDF sample

Rated 4.86 of 5 – based on 8 votes

Related posts